Cantinette Vino 

Scegliete la cantinetta vino ideale per le vostre esigenze: chiedete consiglio al vostro rivenditore specializzato

Wineandbarrels offre un’ampia scelta di cantinette per vino. Disponiamo di modelli da incasso, a libera installazione e a semi-incasso, a seconda che vi occorra un armadio per la degustazione o la conservazione. Se non sapete bene quale cantinetta frigo è più adatta alle vostre esigenze, saremo lieti di assistervi via telefono, via e-mail o in negozio. Fate clic qui per essere contattati.

 » Bente Schörbach – specialista in vetrine refrigerate per vino

 


Conservate il vostro vino in una cantinetta frigorifero e assaporatene i vantaggi

Il vino matura e migliora con il tempo. Naturalmente, a condizione che sia conservato nelle condizioni corrette. Ecco perché il vino necessita di un apposito frigorifero, un acquisto che rappresenta un ottimo investimento per tutti gli amanti del vino.

Noi di Wineandbarrels, con la nostra esperienza, siamo sempre pronti ad assistervi a trarre il meglio da ogni bottiglia di buon vino.

Una cantinetta frigorifero protegge il vostro vino dal calore – uno dei più acerrimi nemici del vino – favorendone l’invecchiamento nelle condizioni corrette. Sul mercato sono disponibili modelli dagli innumerevoli stili, misure e funzionalità. Per questo, è importante valutare a fondo tutte le possibilità prima di decidere quale acquistare.

Abbiamo raccolto in questa pagina tutte le informazioni che vi possono servire su questo elettrodomestico e, se dopo aver letto tutto avete ancora qualche dubbio, non esitate a contattarci. Saremo lieti di rispondere alle vostre domande e aiutarvi a trovare la cantinetta più adatta alla vostra collezione di vini.

Perché acquistare una cantina vino refrigerata?

 

È spontaneo chiedersi: “Che differenza c’è tra una cantinetta per vino e un normale frigorifero?” Capiamo bene il perché di questa domanda, ma per un vero amante del vino la differenza è sostanziale. Ecco perché!

 

Temperatura, umidità e vibrazioni sono gli elementi chiave che differenziano i normali frigoriferi dalle cantine refrigerate. Senza scendere nell’affascinante mondo della scienza applicata ai frigoriferi, possiamo dire che un normale frigorifero è progettato per abbassare rapidamente la temperatura e tenere fuori l’umidità, mentre una vetrina refrigerata è progettata per abbassare gradualmente la temperatura e mantenere il livello di umidità ottimale per la conservazione del vino.

 

Regolazione della temperatura

Un classico frigorifero e una cantinetta refrigerata si differenziano principalmente per le funzionalità. Un normale frigorifero è fabbricato per conservare freschi e asciutti un ampio ventaglio di alimenti deperibili. Mentre insalata, pane e birra vivono felici e contenti a 4℃, questa temperatura è troppo fredda per la fragile composizione del vino e l’ambiente è troppo asciutto per tenere umidi i tappi.

Tenere fuori i cattivi odori

In ambiente freddo e asciutto come quello di un frigorifero di casa, gli odori possono avere un impatto negativo sul vino. Se lo avete tenuto per troppo tempo nello stesso posto, il vostro Pinot Nero potrebbe assorbire l’odore del piatto orientale che avete preparato al wok qualche giorno prima. Questo accade quando le bottiglie di vino vengono conservate in piedi: il tappo di sughero si restringe e diventa poroso a causa della mancanza di umidità, permettendo agli odori esterni di infiltrarsi nel vino.

Assenza di vibrazioni

Un altro vantaggio offerto da una cantinetta per vino è la totale assenza di vibrazioni. Le vibrazioni come quelle dei normali frigoriferi disturbano il naturale processo di invecchiamento del vino. Per questo, le cantinette sono progettate per limitare le vibrazioni, affinché il vostro vino riposi e invecchi indisturbato.

In uno dei nostri articoli parliamo della conservazione del vino e dell’importanza di investire in una cantinetta frigorifero. In generale, comunque, è il miglior regalo che potete fare al vostro vino se non disponete di una cantina di grandi dimensioni.

Quali fattori valutare prima di acquistare una cantinetta?

Il prezzo di una cantinetta frigo può variare considerevolmente in quanto i modelli si differenziano per misure, funzionalità ed estetica. Allora, a che cosa bisogna fare attenzione?

 

Dimensioni e spazio

Non considerate soltanto il numero di bottiglie che avete oggi… guardate al futuro! State valutando di acquistare una cantinetta perché avete intenzione di espandere la vostra collezione di vino? Avete spazio sufficiente per un modello grande oppure ve ne serve uno più piccolo da integrare in un mobile componibile della cucina?

Regolazione della temperatura

Alcune cantinette per vino sono dotate di due zone di temperatura separate. Questo tipo di frigo si divide in due parti; in una potete conservare i vini bianchi freddi, nell’altra i vini rossi. Disponete dunque di due temperature nella stessa cantinetta. Questo fattore può risultare determinante se pensate di conservare diversi tipi di vino nello stesso spazio.

Regolazione dell’umidità

Questo elemento è decisivo se sapete che la vetrina è destinata alla conservazione a lungo termine.

Interni

Alcune cantinette sono dotate di ripiani in legno intelligenti, mentre altre di strutture in acciaio inox. Si tratta di differenze prettamente estetiche e gusto personale, ma è opportuno valutare quale modello meglio si adatta alla vostra casa.

Dunque, se avete dubbi su quale scegliere, vi consigliamo la nostra guida. Potete approfondire tutti i fattori da valutare prima della scelta finale.

Quanto consuma una cantinetta frigorifero?

Il consumo energetico di una cantinetta frigorifero può variare parecchio da un modello all’altro. Il consumo di corrente dipende ad esempio da numero di zone e isolamento. Anche per questo tutte le cantine sono munite di un’etichetta di certificazione energetica.

La maggioranza di esse consuma sui 150–250 kWh/anno. Se cercate una cantinetta per vino a basso consumo energetico, date un’occhiata ai nostri modelli Vestfrost, che si distinguono per il bassissimo consumo energetico.

L’etichetta di certificazione energetica soddisfa le normative europee sulla base di test eseguiti in conformità a una norma EN armonizzata e replicabile.

 

Consumo energetico e ventilazione delle vetrine refrigerate per vino

Un consumo energetico inaspettatamente elevato ed elevati livelli di rumore sono causati innanzitutto dall’incapacità della cantina di dissipare il calore. In parole povere, una cantinetta vino dissipa il calore in eccesso per mantenere un ambiente freddo al suo interno. Se non riesce a smaltire il calore, deve lavorare più intensamente per creare il freddo. Più lavoro significa più calore: ci sono tutti gli ingredienti per un circolo vizioso.

Pertanto, non ci stancheremo mai di sottolineare che una cantinetta necessita di un’adeguata ventilazione, soprattutto sul lato posteriore dove si trova la meccanica.

Tipi di cantinette per vino: quale scegliere?

Oltre a scegliere fra tante marche, potete anche decidere se preferite una cantinetta:

·         a libera installazione

·         da incasso

·         da semi-incasso

In genere, una cantina a semi-incasso può essere adattata ai mobili della vostra cucina, mentre un modello da incasso deve adattarsi alla perfezione alla nicchia nel vostro mobile componibile, ad esempio sotto il piano di lavoro della cucina.

Una cantinetta a libera installazione non può essere integrata ai mobili della vostra cucina, ma deve essere sistemata separatamente. Presenta lo scarico dell’aria sul lato posteriore e, per funzionare correttamente, ha bisogno di spazio sufficiente per “respirare”.

Come già detto in precedenza, alcuni modelli presentano più zone di temperatura. Normalmente un modello dispone di una o due zone, ma ne esistono anche con tre zone. Il numero di zone di temperatura da scegliere dipende in primo luogo dall’uso che intendete fare della cantinetta.

Se pensate di usarla per conservare e fare evolvere il vino, in genere consigliamo un’unica zona, perché la maggioranza dei vini (rossi, bianchi e rosé) matura al meglio a una temperatura attorno ai 12–14°C. Se, invece, desiderate conservare il vino pronto per la degustazione, vi consigliamo un modello con due zone di temperatura. In questo modo potete avere sempre pronti i vini bianchi freddi e i vini rossi temperati.

Temperature ideali per servire il vino

Il principale vantaggio è che, con una cantina refrigerata in cucina, potete essere certi di assaporare sempre il vostro vino al meglio, quando è il momento di servirlo. Mentre la temperatura ideale per la conservazione del vino si aggira sui 12–14°C, la temperatura migliore per servirlo è tutta un’altra storia.

Per quanto riguarda le temperature di servizio, i vini si possono suddividere essenzialmente in tre categorie:

Vini rossi

Tradizionalmente, i vini rossi sono serviti a temperatura ambiente. Oggi le nostre case sono più calde che in passato, quindi si tratta di una temperatura compresa tra i 12°C e i 21°C.

Vini bianchi

Tipicamente, i vini bianchi sono più buoni se leggermente raffreddati, ma non così freddi da non permettere di distinguerne i sapori delicati. Questi vini devono essere serviti a una temperatura di 9–10°C.

Spumanti

Per assaporare al meglio le bevande gassate, devono essere più fredde possibile. Per lo Champagne e gli spumanti, la temperatura di servizio ideale è attorno ai 6–10°C.

Pertanto, un frigorifero con una temperatura di 4–5°C è troppo freddo per qualsiasi vino, mentre una cantina dedicata – eventualmente con due zone di temperatura – mantiene il vostro vino alla temperatura perfetta. In questo modo potete trarre il massimo gusto dai vostri vini. In Wineandbarrels non potremmo vivere senza le cantinette vino e, dopo averne acquistata una, nemmeno voi potrete più farne a meno.

Fai come decine di migliaia di altri amanti del vino..